Zugo va controcorrente e chiede di nuovo eventi con più di 1'000 persone

Zugo va controcorrente e chiede di nuovo eventi con più di 1'000 persone

Agosto 10, 2020 - 18:25
Posted in:

Il Governo cantonale in un comunicato odierno si schiera a favore dell’abolizione del limite di 1’000 persone per gli eventi, che giunge in scadenza alla fine di questo mese. La conferenza dei direttori cantonali della sanità si schiera invece per il rinnovo del limite.

Giunge prossimamente a scadenza, alla fine di agosto, la norma in vigore a livello federale che prevede un limite massimo di 1’000 persone per gli eventi. Prossimamente sapremo dunque se questa limitazione proseguirà o meno anche in autunno.

A prendere posizione per un innalzamento dell’asticella delle 1’000 persone è stato oggi il Consiglio di Stato del Canton Zugo, che chiede la possibilità di ritornare ad organizzare eventi con più di 1’000 persone presenti. Secondo il Governo del Cantone d’oltralpe eventi con più di 1’000 persone sarebbero “epidemiologicamente possibili, socialmente corretti ed economicamente importanti”, a condizione che vengano osservati adeguati criteri di protezione, soprattutto nel settore sportivo e culturale. Il Consiglio di Stato di Zugo chiede al Consiglio federale di consentire, previa autorizzazione, eventi con più di 1’000 persone. Inoltre stando al Governo di Zugo andrebbero definiti ulteriori requisiti per i grandi eventi, come ad esempio l’obbligo di indossare mascherine qualora non sia possibile rispettare le distanze, o che sia possibile offrire solo posti fissi.

A schierarsi invece a favore di un prolungamento fino alla fine dell’anno del divieto di eventi sopra le 1’000 persone è stata la Conferenza dei direttori cantonali della sanità. Un’opinione da cui il Consiglio di Stato di Zugo diverge. “Il coronavirus rimarrà con noi ancora per molto tempo", scrive il Governo in un comunicato odierno, e dunque continuare a vietare i grandi eventi non sarebbe una soluzione ed è giunto il momento di imparare a convivere con il virus, trovando un equilibrio tra la tutela della salute e la vita culturale e sportiva. "Con l'applicazione coerente di queste regole severe, dovrebbero essere possibili anche eventi con oltre 1000 partecipanti", sostiene dunque il Governo.

Oggi anche il ceo della squadra di hockey EV Zug Patrick Lengwiler si è espresso a favore dell’abolizione del limite della 1’000 persone, in un'intervista ai giornali del gruppo CH-Media. Il club vorrebbe ritornare ad ospitare alla Bossard-Arena fino a 5’700 spettatori, senza senza le tifoserie degli ospiti. "Grazie al nostro sistema di biglietteria sappiamo esattamente chi è seduto su quale posto a sedere”, ha detto.