Ps Ticino fuori dal Governo cantonale. Ecco la ricetta di Sirica

Ps Ticino fuori dal Governo cantonale. Ecco la ricetta di Sirica

Gennaio 01, 2016 - 18:00
Posted in:

Fabrizio Sirica critica i liberali e la "ghigliottina", poi propone l'uscita dal governo del Ps.

Nell'indifferenza generale, due giorni fa, del giovane Fabrizio Sirica è stato pubblicato un articolo nello spazio "il dibattito" de La Regione, dal titolo "Un'opposizione politica e sociale". Fabrizio Sirica, membro di direzione del PS Ticino, nonché esponente di spicco di Giso, già candidato al Consiglio nazionale sulla lista della sezione giovanile del Ps Ticino, e membro del Forum Alternativo di Franco Cavalli ed Enrico Borelli, nel suo scritto ha dapprima attaccato il PL, che come dice lui è ormai senza la R di Radicale, affermazione già fatta qualche mese fa dall'ex liberale Jacques Ducry, poi si è concentrato su quella che il giovane sindacalista UNIA definisce "la ghigliottina dello stato sociale", ossia il piano che Christian Vitta presenterà in primavera per rientrare di 180 milioni di franchi dal deficit dello Stato. 
Il buon Sirica ritiene che l'unica strada percorribile per il Ps Ticino sia quella di un'opposizione frontale a questa manovra di rientro del deficit e a chiare lettere scrive che secondo lui il suo partito dovrebbe uscire dal Consiglio di Stato. Non arriva a teorizzare "l'extra parlamentarismo" come paradigma, ma sicuramente ritiene inopportuna la presenza di Manuele Bertoli nell'esecutivo cantonale. Chissà cosa pensa di questa opzione strategica il diretto interessato, ossia il capo del DECS Manuele Bertoli.