Oggi sono 100 anni dalla nascita di Fellini. E un'altra coppia si candida in copresidenza al Ps Ticino.

Oggi sono 100 anni dalla nascita di Fellini. E un'altra coppia si candida in copresidenza al Ps Ticino.

Gennaio 20, 2020 - 00:02
Posted in:

Oggi sono 100 anni dalla nascita di F.F., Federico Fellini, che proprio un secolo fa, nasceva nella riviera romagnola, in quel di Rimini. Il maestro, come tutti lo chiamavano, è stata una delle figure più importanti del cinema italiano dal dopoguerra fino all'inizio degli anni '90, quando morì.
 
In questo week end nella nostra sezione Visioni-Amarcord abbiamo dato molto spazio al ricordo di uno dei più grandi cineasti del ‘900. E non poteva essere diversamente, per un portale come Ticinotoday.ch, che ha deciso di chiamare una propria sezione "Amarcord" come uno dei suoi più celebri film. Ma non si può non ricordare "I Vitelloni" (con un giovane Alberto Sordi), "La Strada", "Ginger e Fred", l'ultimo "Voce della Luna" (che ci offre un Paolo Villaggio totalmente diverso da il solito "Fantozzi"), senza dimenticare i suoi più celebri "Satyricon", "8 e mezzo" e soprattutto "La dolce vita”.
 
Ma oggi arriva anche la notizia di nuove candidature alla presidenza cantonale del Ps Ticino, che Ticinotoday.ch, prima di tutti gli altri è in grado di anticiparvi. Alla candidatura in copresidenza di Laura Riget e Fabrizio Sirica, un'altra candidatura con la formula della copresidenza, fatta da un uomo e una donna, verrà ufficializzata oggi. 
 
Dunque al congresso socialista, previsto per metà febbraio, niente voto tacito per Riget e Sirica. E bisogna vedere se nei prossimi giorni scenderanno in campo anche Adriano Venuti ed Amalia Mirante come candidati in solitaria (nel senso che loro due non dovrebbero avanzare una candidatura in forma di copresidenza, bensì da soli). Intanto eccovi la nuova coppia che si candida alla presidenza.
 
Oggi e nei prossimi giorni vedremo come "evolve" la situazione nel Ppd di Lugano, dopo che venerdì l'assemblea della sezione ha estromesso dalla lista l'ex granconsigliera Sara Beretta Piccoli, facendo entrare in lista l'ex bellinzonese Nadia Ghisolfi. Ora si vedrà se qualcuno farà un passo in dietro per far rientrare la "pirata pipidina" (i nomi più gettonati sono Lorenzo Beretta Piccoli o Benedetta Bianchetti). Vedremo.
 
Ma anche in casa liberale a Lugano è previsto per l'assemblea di mercoledì 22 gennaio un po' di tensione. Pessina e accoliti vogliono estromettere dalla lista per il Consiglio comunale l'ex procuratore pubblico Jacques Ducry, che con un colpo ad effetto il presidente della sezione, Guido Tognola ha riportato a casa. Aldo Pessina, Ivan Weber, Peter Rossi, ecc, vogliono un Plrt chiaramente a destra, conservatore e neoliberista (anche se il neoliberismo ormai più nessuno lo professa, escluso il coraggioso democentrista Paolo Pamini, perché non più trendy) e Ducry per loro è un corpo estraneo, un nemico politico.
 
Ma se poi a uscire dalla lista fosse qualcun'altro, magari dalla lista per il Municipio, un nome su cui Pessina&Co hanno puntato molto negli ultimi anni?