Martin Scorsese a Locarno

Martin Scorsese a Locarno

Agosto 03, 2018 - 14:00

Locarno Festival. Concorso internazionale 2018. Il documentarista Kent Jones (Hitchcock/Truffaut, 2015) firma il suo primo lungometraggio e annovera tra i suoi collaboratori anche Martin Scorsese, con cui aveva già collaborato in Letter to Elia (2010).

 

Diane è una donna di mezza età che, indefessa, si occupa degli altri: una cugina malata terminale, il figlio tossicomane, la mensa dei poveri a cui lei presta servizio. È un mondo triste e malato quello in cui vive la protagonista, sempre in viaggio per fare visita a parenti e amici che non sono di certo il ritratto della salute né della gioventù, sempre indaffarata a consolare, sostenere, aiutare gli altri, dimenticandosi della propria persona, dei propri sentimenti. 
Questo on the road zigzagando tra le disgrazie della vita, il cui motore sembra essere il senso di colpa, raggiunge l’apice nella seconda parte del film, quando una dopo l’altra, le persone a lei care muoiono e il film comincia a tinteggiarsi di grottesco. 

Il lungometraggio girato nell’Ovest del Massachusetts, attinge molto alla biografia del regista Kent Jones, tant’è che, come ci dice in conferenza stampa, comincia a scrivere la sceneggiatura alla morte della madre.
Diane è un film sulla perdita e sulla sua accettazione, a farne qualcosa di originale è sicuramente l’interpretazione delle due attrici, Mary Kay Place ed Estelle Parsons, ma anche una regia ben calibrata, attenta ai dettagli e con un buon equilibrio tra la tragedia e la commedia.