Manifestazione dei curdi a Bellinzona. Massimiliano Ay replica a Norberto Crivelli

Manifestazione dei curdi a Bellinzona. Massimiliano Ay replica a Norberto Crivelli

Ottobre 30, 2019 - 07:00
Posted in:

Riceviamo e pubblichiamo. Il segretario del Partito comunista Massimiliano Ay ha chiesto diritto di replica alle dichiarazioni di Norberto Crivelli, rappresentante del Pop, espresse nell'articolo di Ticinotoday.ch "Tutta la sinistra ticinese (o quasi) al fianco dei curdi",  pubblicato lo scorso 14 ottobre 2019.

1. Il Partito Comunista non ha aderito alla manifestazione di Bellinzona del 12 ottobre 2019 perché essa, più che contro la guerra in Siria (che dura dal 2011 e sulla cui risoluzione pacifica già ci siamo espressi varie volte pubblicamente), supportava la causa del separatismo etnico. Tale posizione non è condivisa né dal nostro Partito, né dai comunisti siriani e turchi. Alla luce di ciò il Partito Comunista ha preferito non aderire a detta manifestazione rilasciando una dichiarazione che, peraltro in anticipo rispetto ai fatti, perorava un accordo fra le milizie curde e il governo siriano.

2. Norberto Crivelli, rappresentante del POP, commentando la nostra assenza a detta manifestazione, si è permesso di attaccare nuovamente il Partito Comunista in modo gratuito. Definire il nostro segretario politico Massimiliano Ay "profondamente anti-curdo" ritenendo che "non sopporta i curdi" equivale a una malcelata accusa di razzismo in perfetta malafede, che denota un astio personale che spinge Crivelli a diffamare chiunque non la pensi come lui. Non condividere l'opzione politico-militare del separatismo etnico non significa infatti provare sentimenti di odio verso un intero popolo come vuol far intendere Crivelli! Tali dichiarazioni, per di più espresse a ridosso del voto per le elezioni federali, dimostrano il nefasto intento di creare zizzania in una sinistra che faticosamente ha provato - peraltro con successo - a unirsi per eleggere una deputata a Berna!

 

 

Partito Comunista

Massimiliano Ay, segretario politico