La protagonista del cinema erotico de "La chiave" al Leopard Club

La protagonista del cinema erotico de "La chiave" al Leopard Club

Agosto 05, 2016 - 22:04
Posted in:

Si è tenuto oggi il ricevimento del Leopard Club, che ha avuto quale ospite d'onore l'attrice italiana Stefania Sandrelli, che nel 1983 con il film "La chiave" di Tinto Brass scandalizzo i benpensanti. La Sandrelli ha lavorato con molteplici registi: da Scola a Bertolucci, passando da Soldati ad Archibugi. 

Come di consueto, anche quest'anno all'alberogo Eden Rock di Ascona si è tenuto il ricevimento del Leopard Club, con in seguito relativa cena. 
Quest'anno ospite d'onore del club presieduto da Rolando Benedict era la grande attrice italiana Stefania Sandrelli, a cui Carlo Chatrian, nel presentarla, ha detto che per lui è una delle più importanti icone del cinema italiano, anzi, che lui ha conosciuto il cinema quando era giovane con film "Il Conformista" di Bertolucci, in cui Stefania Sandrelli ha il ruolo di protagonista femminile. 
Poi la parola è passata a lei, l'attrice di "Divorzio all'italiana", Stefania Sandrelli, che prendendo la parola ha ringraziato Locarno per l'invito e per il clima più mite di quello di Roma, da cui proviene. Stefania Sandrelli ha poi ringraziato il Festival del Film per il premio che le ha voluto assegnare e che secondo lei, perlomeno per "l'anzianità di carriera", si è meritato. In seguito Stafania Sandrelli ha voluto precisare che per deicsione sua e del padre (Gino Paoli) sua figlia Amanda (che tutti noi ricordiamo per il suo ruolo nel capolavoro di Troisi e Benigni "Non ci resta che piangere") è nata in Svizzera, per la precisione a Losanna.
Presenti al ricevimento molti vip ticinesi come il sindaco di Lugano Marco Borradori, il presidente del Festival del Film Marco Solari, l'attore Mario Adorf, l'ex procuratrice pubblica Carla Del Ponte, il direttore operativo del Festival Mario Timbal, il presidente della Corsi Luigi Pedrazzini, il capo del dfe Christian Vitta, il consigliere di Stato Manuele Bertoli, il sindaco di Locarno Alian Scherrer, il presidente dell'Ente turistico locarnese Aldo Merlini e Stefano Lappe. Leggermente in ritardo, in tempo per la cena è pure guinta l'ex consigliere di Stato Patrizia Pesenti.