La prima e l'ultima sconfitta dell'"Occidente"

La prima e l'ultima sconfitta dell'"Occidente"

Agosto 19, 2021 - 12:47
Posted in:

Giovedì 19 agosto. In questo giorno sono nati, fra gli altri, la stilista francese Coco Chanel (1883-1971), l’ex presidente statunitense Bill Clinton (1946), che compie oggi 75 anni, e il regista italiano Nanni Moretti (1953).

Il 19 agosto di 2501 anni fa, nel 480 a.C., prende avvio la battaglia delle Termopili, che vede contrapposti i greci guidati dal re spartano Leonida e i persiani del re Serse. Una battaglia che sovente è stata letta, o riletta, come il primo (o uno dei primi) confronti fra l’Occidente, democratico (come i greci) e l’Oriente, dispotico, come l’impero persiano (anche in tempi recenti, ad esempio, con il film “300” di Zack Snyder, in cui, anche se di storico probabilmente c'è ben poco, questa narrazione è molto evidente).

È di attualità invece il ritiro delle truppe Occidentali dall’Afghanistan, che ha riaperto anche la discussione sull’”esportazione della democrazia” e sulla legittimità (e l'efficacia) nel voler portare nel mondo le libertà e i diritti conquistati nell’Occidente. E c’è anche chi in questi giorni vede nel ritiro dall’Afghanistan una capitolazione dei valori (democratici) occidentali, se non addirittura la capitolazione dell'Occidente stesso. 

Ma chiassà se i leader greci 2500 anni fa scesero in battaglia per difendere la libertà, o il proprio “orticello”. E in Afghanistan? 

Fattostà, che in entrambi i casi gli "occidentali" persero, anche se nel caso delle Termopili, il racconto vuole che fu proprio quella sconfitta e il sacrificio degli spartani, ad ispirare la successiva vittoria dei greci. Difficile prevedere cosa diranno (qualora ancora lo si ricordi) fra 2500 anni dell'Afghanistan e delle guerre dell'Occidente nell'era moderna...