La Germania ha fatto i "compiti" sulle cure intense

La Germania ha fatto i "compiti" sulle cure intense

Novembre 14, 2020 - 20:17
Posted in:

La Germania ha registrato un numero piuttosto basso di decessi covid rispetto agli altri Paesi europei. Uno dei pilastri della politica sanitaria tedesca è stato l'aumento dei posti letto. 

La Germania è indicata da molti come uno dei Paesi europei che ha meglio affrontato dal punto di vista sanitario la crisi del covid. I numeri tedeschi sono particolarmente positivi, se confrontati con quelli degli altri Paesi, sul fronte dei decessi, che risultano nettamente inferiori a quelli dei suoi vicini. I numeri dei decessi covid finora in Germania è di poco superiore ai 12'000, pari a circa 14 ogni 100'000 abitanti. La Svizzera ne ha avuti 30 ogni 100'000, l'Italia 74, la Francia 67. 

Uno dei “pilastri” dell’intervento tedesco è stato quello dei posti letto nelle terapie intensive. Come spiega oggi un articolo pubblicato dal Corriere della Sera, la Germania dispone di 1’925 ospedali, apri a 500’000 posti letto e per far fronte alla pandemia “i posti di terapia intensiva, che all’inizio della pandemia erano 28 mila, ora sono circa 40 mila di cui 30 mila con respiratore”. Attualmente nei sedici Länder tedeschi vi sono 3’300 pazienti covid in terapia intensiva (di cui 1’800 con necessità di supporto respiratorio). Tolti i letti in terapia intensiva occupati da persone con altre patologie rimangono  6’700 posti in terapia intensiva liberi per eventuali nuovi pazienti covid. Tuttavia, in alcuni Länder, come Berlino, si hanno delle difficoltà sul fronte del personale disponibile, con ospedali che sono stati corretti a sospendere gli interventi non urgenti e a richiamare il personale andato da poco in pensione.