La fine della guerra e "nuove caute riaperture"

La fine della guerra e "nuove caute riaperture"

Maggio 07, 2021 - 16:38
Posted in:

7 maggio 2021. In questa giorno nel 1978 l’alpinista Reinhold Messner raggiunge per la prima volta la vetta dell’Everest, la montagna più alta al mondo, senza l’ausilio di ossigeno supplementare. Questo giorno ha dato i natali a María Eva Duarte de Perón, nota come Evita Perón, moglie del presidente argentino  Juan Domingo Perón e leader spirituale dell’Argentina. In questo giorno nel 1945 termina la Seconda guerra mondiale con la resa della Germania nazista (anche se una seconda resa venne firmata l’8 maggio e in questa data la maggior parte dei Paesi festeggia la liberazione). Lo scorso anno cadeva dunque il 75esimo dalla fine della seconda guerra mondiale. Un anniversario che inevitabilmente era stato all’insegna della paura per la nuova minaccia, il covid (che qualcuno ha definito la più grande minaccia per l’Europa dopo la seconda guerra mondiale, appunto).

 

Sul fronte della situazione pandemica e delle misure si apprende oggi degli esiti dei tradizionali colloqui “von Wattenwyl” fra il Consiglio federale e i vertici dei partiti di governo e come informa oggi un comunicato di Berna, “nuove caute riaperture sembrano possibili” (proprio in questi giorni, un anno fa, i bar e ristoranti potevano riaprire dopo il lockdown, poi vennero richiusi in autunno e ad oggi lo sono ancora, tranne per le terrazze). Qualche novità potrebbe giungere dalla riunione del Consiglio federale del 12 maggio. Intanto oggi Pfizer ha chiesto l’omologazione del suo vaccino anche per la fascia d’età dai 12 ai 15 anni.