Il settore retail ticinese di EFG passa a Banca Stato

Il settore retail ticinese di EFG passa a Banca Stato

Settembre 30, 2020 - 18:01
Posted in:

Annunciato oggi il trasferimento a Banca stato delle attività e della clientela del settore “retail e commerciale” ticinese di EFG International.

L’interesse di Banca Stato per le attività dell’ex BSI non è di certo nuovo. Già ad inizio del 2016 era sul tavolo l’ipotesi di un acquisto dell’allora BSI da parte di Banca Stato, in cordata con Bonomi e Ubs. Ipotesi che poi era sfumata, fortunatamente per Banca Stato, visto che da li a poco sarebbe scoppiato lo scandalo del fondo malese 1MDB, che avrebbe portato allo scioglimento della BSI da parte della FINMA.

Lasciate alla spalle le “peripezie” dell’ex BSI, oggi di proprietà di EFG International, Banca Stato ha comunicato oggi il trasferimento delle attività e della clientela del settore “retail e commerciale” ticinese di EFG International, che riguarda patrimoni per oltre 1,2 miliardi di franchi, alla stessa Banca Stato,  come si apprende da un odierno comunicato della banca.

Scopo dell’operazione, spiega la banca cantonale, è “aumentare con efficacia i volumi commerciali e favorire la piazza finanziaria locale”. L’accordo è stato firmato nelle scorse ore dai vertici dei due istituti finanziari.

“L’operazione risponde agli orientamenti strategici dei due attori bancari”, spiega Banca Stato. “In primis consentirà ad EFG International di orientarsi maggiormente verso le attività di Private Banking, che rappresentano il nocciolo delle sue attività bancarie; il Gruppo BancaStato, dal canto suo, acquisirà un volume di oltre 1,2 miliardi di franchi di patrimoni e crediti, le cui composizioni e tipologie si rivelano coerenti con il suo modello e la sua politica di affari. Ciò costituirà inoltre una base per future sinergie commerciali tra il Gruppo BancaStato e EFG International”.

“La cessione delle attività retail e commerciali di EFG International esclude l’ipotesi di licenziamenti e prevede che meno di una decina tra collaboratrici e collaboratori confluiscano, alle medesime condizioni contrattuali, tra le fila del Gruppo BancaStato entro il termine del progetto, ovvero – si stima – la fine del primo trimestre 2021”, spiega la banca.

“Per BancaStato l’accordo raggiunto oggi è estremamente positivo da diversi punti di vista” commenta Fabrizio Cieslakiewicz, Presidente della Direzione generale, citato nel comunicato. “Vi è innanzitutto l’aspetto finanziario: l’acquisizione di clienti retail e commerciali di EFG International ci consente di

aumentare in poco tempo i volumi commerciali da cui traiamo le nostre fonti di ricavo. Ma vi è anche un altro importante aspetto, ossia quello legato al nostro ruolo in Ticino: siamo orgogliosi di poter assicurare una completa continuità bancaria alle migliaia di clienti retail e commerciali provenienti dalla controparte, e questo a favore della piazza finanziaria locale”.

Non sono invece ancora stati forniti dettagli riguardo al prezzo dell'operazione.