"Il PS esce rafforzato dalle elezioni cantonali e il fronte progressista aumenta il proprio consenso"

"Il PS esce rafforzato dalle elezioni cantonali e il fronte progressista aumenta il proprio consenso"

Aprile 17, 2019 - 23:48
Posted in:

Pubblichiamo il discorso del presidente del Ps Ticino Igor Ringhini in occasione del comitato cantonale del Ps di questa sera.
Il PS esce rafforzato dalle elezioni cantonali e il fronte progressista aumenta il proprio consenso. Un’ottima notizia in prospettiva di una collaborazione politica rosso verde.
La popolazione ticinese ha chiaramente indicato che vuole una voce di Sinistra forte in Governo e in Gran Consiglio. Un successo per il Partito Socialista e per l’area progressista ticinese. Il seggio del PS in Consiglio di Stato è stato direttamente attaccato dal Plrt, che ha volontariamente anteposto i propri interessi alla concordanza che garantisce anche a minoranze come la sinistra ticinese di essere presente in Governo.
Il PS ha saputo fare gioco di squadra in difesa del nostro seggio e a sostegno del nostro consigliere di Stato Manuele Bertoli confermato alla direzione del DECS. Esprimo a nome del partito i nostri vivi complimenti e augurio buon lavoro.
Con il risultato di queste elezioni, ha vinto la voce del ceto medio e dei Ticinesi in difficoltà, strozzati dai premi cassa malati e dagli affitti. Una voce che ha resistito all’arroganza della destra liberista e agli enormi mezzi finanziari messi in campo con l’intento di estromettere la Sinistra dal Governo.
La voce progressista rosso verde continua ad essere rappresentata dal PS in Consiglio di Stato, là dove le decisioni politiche hanno delle conseguenze dirette sulla vita della popolazione. Grazie alla presenza del PS le scellerate politiche liberiste in favore delle persone maggiormente fortunate a scapito delle fasce più deboli della popolazione potranno essere contrastate dall’interno. Una voce irrinunciabile nella ricerca di un salario minimo legale veramente dignitoso.
Il PS ringrazia le elettrici e gli elettori dell’area Rosso-Verde, tutte e tutti coloro i quali contribuiscono a fare del Ticino progressista un’area più solida e forte, dimostrando che l’area Rosso-Verde può affrontare e battersi insieme per temi comuni nel sociale, in difesa dell’ambiente e del clima.
Nel contesto di una campagna difficile, abbiamo confermato la nostra presenza in Gran Consiglio, con 13 deputati, mentre i nostri avversari politici hanno perso consenso. L’area Rosso-Verde esce rinforzata da queste elezioni cantonali e questo è di buon auspicio per il futuro, a partire dalle elezioni federali del prossimo autunno. I nostri uscenti si riconfermano. E questo è un bel segnale. I cinque uscenti sono sostituiti da persone valide, in parte note come la già presidente del PS Anna Biscossa, in parte nuove. A tutti e tutte i complimenti e gli auguri di buon lavoro.
Un passo avanti, positivo, riguarda il fatto che le donne in Parlamento sono aumentate sono 31, 14 nell’area progressista di cui 6 donne elette nella lista socialista PS-Giso. L’aver presentato per la prima volta una lista per il GC con un maggior numero di donne rispetto agli uomini è un esempio che il Ps dovrà perseguire anche in futuro. Rimane ancora molto da fare, ma la direzione è quella giusta. Ora si tratta di portare avanti l’agenda per la parità in modo deciso, per quanto riguarda la presenza delle donne negli esecutivi, a cominciare dal consiglio di Stato. Daniela, Tatiana, Anna, Gina, Laura, Simona. Complimenti e buon lavoro.
Ci rallegriamo per la presenza dei giovani nella nuova conformazione PS in parlamento. Abbiamo presentato una lista Ps-Giso al gran consiglio con un 1/3 di giovani al di sotto dei 35 anni. Abbiamo aperto il partito ai giovani e i giovai vedono premiato il loro grande impegno politico con due eletti. A Laura Riget, nostra co presidente del CC e a Fabrizio Sirica esprimo il mio grande grazie per il lavoro di squadra svolto in campagna e in particolare per la loro brillante elezione in Gran consiglio. Grazie Laura. Grazie Fabrizio.
Un complimento e un ringraziamento al nostro capogruppo Ivo Durisch. Brillantemente rieletto e primo nella graduatoria dei consensi sulla nostra lista. Bravo Ivo. E buon lavoro in questa legislatura.
Il Ps non dimentica i non eletti. Una vasta rappresentativa socialista composta da persone valide e competenti si è messa a disposizione del partito, ha lavorato molto nell’interesse generale del partito ma non vede premiato il grande lavoro svolto con un’elezione. Anch’io ne so qualcosa. Non scoraggiatevi. Il PS ha bisogno di voi, delle vostre risorse e del vostro impegno. Il successo ottenuto dal partito in queste elezioni senza il vostro lavoro non sarebbe stato possibile. Grazie a voi tutti.
Ringrazio chi si è battuto dalla lista del CdS e non ha ottenuto il risultato auspicato: Amalia Mirante ha condotto una campagna con l’obiettivo di accedere alla carica di consigliere di Stato. Forte di un buon risultato alle passate elezioni del 2015 si è battuta con forza e coraggio visitando anche personalmente tutti i comuni politici del cantone. Il suo impegno e il buon risultato personale ottenuto ha contribuito a centrare u nostro obiettivo: il mantenimento del seggio in CdS. Grazie Amalia. Danilo Forini è stato per me e per tutto il partito una grande scoperta. Con lo slogan giocoso di “Forni chi?” Danilo si è fatto conoscere e si è imposto come una persona competente ed autorevole, in particolare il referente del PS per le politiche sociali. Capisco il suo dispiacere per non essere riuscito ad entrare in Gran consiglio pur essendo uno dei più votati; i nostri circondari, voluti da taluni di noi e contestati da altri, lo hanno messo fuori gioco per un pugno di schede. A Danilo vanno i miei complimenti e ringraziamenti. Grazie Danilo.
Un ringraziamento ai nostri Regionali e alle sezioni che si sono adoperate ad organizzare dibattiti ed eventi. Il loro contributo alla campagna è stato fondamentale.
Un grazie alla squadra della campagna elettorale, a tutta la direzione e all’amministrazione del nostro partito che ha lavorato dietro le quinte.
Corrado, Oswaldo, Alessandro, Fulvio.
Carmelo, David, Paola.
A tutti e tute le persone che si son date da fare Grazie per il lavoro di squadra.
Il PS è indispensabile all’equilibrio del Paese e come facciamo da 100 anni, continueremo a batterci per una società più equa e giusta, per un Ticino migliore, per tutte e tutti. Lotteremo ancora e sempre per delle condizioni di lavoro e dei salari dignitosi, per la parità di genere, per una sanità e una formazione di qualità accessibili a tutte e tutti, per le minoranze, per la tutela del ceto medio ticinese, affinché questi diritti vengano riconosciuti anche alle persone a cui oggi sono negati.
Ci attendono le federali e un progetto di collaborazione politica d’area. Poi ad inizio anno prossimo entreremo nel vivo delle comunali. Avanti con coraggio e decisione. Siamo sulla buona strada. Con l’impegno di tutta la squadra Ps – Giso, ad ogni livello, ognuno a fare la sua parte, cresceremo. E sarà un bene per tutto il Paese.