Il coronavirus non ferma i sindacalisti in pensione. Nasce TiSin

Il coronavirus non ferma i sindacalisti in pensione. Nasce TiSin

Febbraio 26, 2020 - 14:46
Posted in:

Nando Ceruso dopo aver partecipato un anno fa a qualche aperitivo di Raffaele De Rosa e dopo che tre mesi fa è uscito sui media per criticare il licenziamento del funzionario sindacale dell'Ocst di Bellinzona, con la granconsigliera Sabrina Aldi dà vita ad un nuovo sindacato: TiSin.

Anche in Ticino la psicosi del coronavirus prende piede, anche se molto meno della vicina penisola. Dopo che ieri il medico cantonale ha confermato che alla clinica privata Moncucco di Lugano si è appurato che c'è il primo caso di persona infetta nel nostro cantone, la percezione dell'opinione pubblica è un po' mutata. Il carnevale ambrosiano di Tesserete si è detto pronto ad annullare le manifestazioni previste (se le autorità glielo chiederanno) e l'esponente socialista di Lugano, Sergio Roic (che non è noto per essere né un virologo, né un esperto di epidemie sanitarie) si è fatto promotore dell'annullamento di tutti i carnevali ancora in programma (l'oncologo Franco Cavalli a TeleTicino, tre giorni fa, aveva dichiarato che se proprio si voleva si poteva a livello precauzionale chiedere di sospendere i carnevali, a partire dal Rabadan). Ora a Rabadan concluso, Roic chiede di annullare i carnevali ancora in programma. Chissà perché Roic non ha chiesto di adottare questa misura al sindaco socialista di Bellinzona Mario Branda, qualche giorno fa, per il Rabadan. Semplice. Perché il sindaco di Bellinzona avrebbe risposto "picche" all'esponente socialista di Lugano.
 
Ma mentre tutti i media ticinesi sono concentrati sul Covid-19, la vita va avanti, anche quella dei sindacalisti in pensione. Infatti Nando Ceruso, esponente storico dell'Ocst (che qualche mese fa è tornato alla ribalta proprio sul licenziamento del funzionario sindacale di Bellinzona dell'Ocst), è pronto a tornare sulle barricate sindacali, visto che è il presidente del nuovo sindacato "TiSin". Questa organizzazione appena nata, avrà come vicepresidente una donna, la granconsigliera e candidata al Municipio di Lugano Sabrina Aldi. Assieme ad Aldi e Ceruso ad animare il neo-sindacato ci saranno Rodolfo Pulino e Boris Bignasca. Proprio quest'ultimo ha sempre avuto il "pallino" di creare un nuovo sindacato in Ticino. Infatti già nel 2010 Boris Bignasca accarezzava l'idea di dar vita ad una organizzazione dei lavoratori e delle lavoratrici prettamente ticinese. Dopo 20 anni, ecco che i tempi sono diventati maturi per un esperimento importante come questo.
 
Unia, Vpod, Asib, ma soprattutto Ocst, avranno un nuovo concorrente: TiSin.