Dopo la chiusura di Darwin e LASA, ora andrà in default anche Lugano?

Dopo la chiusura di Darwin e LASA, ora andrà in default anche Lugano?

Aprile 26, 2020 - 22:10
Posted in:

A non molti interessa, pare, la nuova "geniale" nomina all'interno della SUPSI. Merlo alla Città di Lugano? Qualcuno dovrebbe iniziare a fare rituali scaramantici. Ma il deposito dei bilanci di LASA non era inevitabile?

Adesso che LASA (Lugano Airport S.A.) non ci sarà più, che fine fa il suo direttore Maurizio Merlo?

Sembra che si occuperà della transizione della LASA verso i tre privati (Bonomi, Perfetti, ...) di Giovanna Masoni. A quanto pare per questo ruolo passerà alle dipendenze del Comune.

Attenzione. Maurizio Merlo è stato ceo della Darwin Airlines e quest'ultima è fallita. Poi passa a dirigere la LASA e l'aeroporto chiude.

Adesso se sarà dipendente del Comune di Lugano, possiamo prevedere il fallimento della Città di Borradori e Bertini e fra qualche mese sarà default comunale?

Maurizio Merlo in meno di quattro anni ha due chiusure alle spalle.... Veda Michele Foletti, capo dicastero finanze, cosa aspettarsi per Lugano.

 

 

**********

 

 

Alla nomina di Renato Bernasconi come Direttore Amministrativo della Supsi, solo noi di Ticinotoday e Il Mattino della Domenica abbiamo avuto qualcosa da ridire (vedi qui).

Che il capo della Divisione Azione Sociale del Dss, assurto alle cronache per la brutta vicenda di Argo1, approdi al vertice della scuola universitaria professionale, a tutti gli altri sembra normale.

Certo non sappiamo chi altri abbia fatto concorso per diventare direttore amministrativo della Supsi, ma siamo certi che Gervasoni (direttore generale della Supsi) e Petruzzella (presidente del Consiglio dell'Ente autonomo di diritto pubblico della Supsi) potevano scegliere qualcun'altro.

Certo Bernasconi è liberale come Gervasoni e Petruzzella, con l'atout  di essere molo vicino a Cielle (l'organizzazione integralista cattolica, non va dimenticato, per molti anni ha avuto un suo adepto ai vertici dell'Usi, Albino Zsgraggen, proprio in un ruolo simile a quello che ora ricoprirà Bernasconi alla Supsi).

 

 

*********

 

 

Quando la crisi del coronavirus era ancora agli esordi (ed elezioni e votazioni non erano ancora state rinviate) la Lega dei Ticinesi e l’Udc di Lugano avevano tenuto una conferenza stampa (vedi qui), per lanciare un appello alla mobilitazione elettorale, che rischiava, a causa della possibile bassa partecipazione, di “tagliare” le gambe alla Lega. Come noto a votare non ci si è più andati, la questione elettorale è rinviata al prossimo anno.

In quell’occasione fra i vari temi si era parlato anche di LASA è il sindaco leghista Marco Borradori era stato anche in quest'occasione molto chiaro nel dire che in caso di bocciatura dei crediti per l’aeroporto (in votazione il 26 aprile, poi saltata) il giorno dopo si sarebbero dovuti depositare i bilanci di LASA in tribunale.

Poi giovedì si è appreso dalla conferenza stampa del cda di LASA che ora, con i crediti che non verranno più votati, è possibile procedere con una liquidazione ordinaria (e dunque pagare tutti creditori ed evitare il deposito dei bilanci).

Dunque, una delle due tesi era/è una menzogna?