Dadò non era in vacanza

Dadò non era in vacanza

Novembre 18, 2019 - 18:21
Posted in:

Errata corrige. Il presidente Ppd Fiorenzo Dadò non era in vacanza... Basteranno le dichiarazioni dopo il voto per placare gli animi in casa Plr e Ppd?

Ieri ci chiedevamo quanto tempo mancasse alle dimissioni dei presidenti di Plr e Ppd, ovvero Bixio Caprara e Fiorenzo Dadò. La giornata di ballottaggio per il Consiglio degli Stati di ieri ha visto una pesante sconfitta per i due partiti di centro. Entrambi hanno perso il loro seggio in Consiglio degli Stati, seggio che Plr e Ppd hanno detenuto quasi ininterrottamente dal 1848.
In un articolo della rubrica “Schegge” criticavamo i due presidenti, il primo, Caprara, per una strategia evidentemente sbagliata, il secondo, Dadò, per la sua assenza (come in buona parte quella del resto del gruppo dirigente Ppd) dalla campagna elettorale ("Countdown. A quando le dimissioni?",
vedi qui). Ipotizzavamo che l’assenza di Dadò fosse dovuta al fatto che il presidente Ppd abbia deciso di andare in vacanza. Ma ci siamo sbagliati. 
Infatti, come ci ha informato oggi il diretto interessato, non è andato in vacanza in Nepal, ma ci è andato “ad accompagnare una persona gravemente malata di cancro in un’importante opera di sensibilizzazione, il tutto già previsto da tempo”. Ci scusiamo per l'errore.
 
 
 
 
**********
 
 
 
 
Ieri, dopo i risultati per il ballottaggio per il Consiglio degli Stati, a chiedersi se Caprara e Dadò possano rimanere alla guida dei rispettivi partiti sono stati in molti. Nei commenti "a caldo" dopo il deludente risultato elettorale i due hanno avuto modo di rispondere direttamente alla domanda. Il presidente Plr Bixio Caprara ha detto di assumersi  "la responsabilità di questo risultato insoddisfacente e deludente", ma ha invitato ad "applicare da subito il metodo liberale fatto di analisi dei dati oggettivi, di confronto e di riflessione" (vedi qui).
Dadò, ai microfoni della Rsi, ha detto che "di dimissione non se ne parla".
Sarà abbastanza per placare gli animi all'interno dei rispettivi partiti? Noi rimaniamo convinti che il "countdown" stia ancora ancora procedendo...
 
 
 
 
 
 
f.n.g