Cucù! C'è l'autostrada

Cucù! C'è l'autostrada

Novembre 07, 2016 - 12:59
Posted in:

È stata inaugurata oggi la galleria San Fedele, che permette di togliere l'autostrada dal centro di Roveredo. Presente la consigliera federale Doris Leuthard, il consigliere di Stato Mario Cavigelli, il direttore dell'Ustra Jürg Röthlisberger e il sindaco Alessandro Manzoni. 

Come il cucù depone le uova nel nido degli altri uccelli, oggi nasce un cucù grigionese, nato nel nido della confederazione. "Sono la mamma del cucù". Così si è espressa la consigliera federale Doris Leutard in occasione dell'inaugurazione della nuova galleria San Fedele a Roveredo. 
 
Oggi si è tenuta l'innaugurazione ufficiale della galleria San Fedele a Roveredo, che fungerà da circonvallazione del Paese e permetterà di smantellare il precedente tratto dell'autostrada A13 che tagliava in due il paese mesolcinese da oltre 50 anni. 
 
A prendere la parola durante il momento ufficiale di inaugurazione sono stati il capo dell'Ufficio federale delle strade (Ustra) Jürg Röthlisberger, la consigliera federale Doris Leutahrdt, a capo del Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni (DATEC), il consigliere di Stato Grigionese Mario Cavigelli e il sindaco di Roveredo Alessandro Manzoni.
 
La consigliera federale Leuthard ha voluto sottolineare come la Confederazione abbia a cuore le esigenze delle zone periferiche. Il nuovo collegamento rappresenta un investimento per un futuro e una mobilità stradale migliore. La ministra ha pure voluto ricordare che a febbraio si voterà sul Fostra (Fondo nazionale per le strade e il traffico d'agglomerato), una votazione da cui dipenderà, ad esempio, il futuro del collegamento A2-A13 fra il Locarnese e la rete autostradale nazionale. 
 
Soddisfazione anche da parte del Consigliere di Stato Cavigelli, che ha evidenziato come oggi l'errore di dividere in due il Paese di Roveredo, nonostante la contrarietà della popolazione, sia stato risanato.
 
Il sindaco di Roveredo Mazoni ha voluto ringraziare le autorità presenti per aver ridato al sua unità al paese mesolcinese, con notevoli benefici per la qualità della vita della popolazione. "Dove c'era un autostrada", ha detto, "ora c'è un paese". 
 
A seguire, dopo la coreografia realizzata da un gran numero di bambini, si è tenuto il tradizionale taglio del natstro, e le prime auto sono passate attraverso la montagna. 
 
Erano presenti all'inaugurazione anche il consigliere di Stato ticinese Claudio Zali (con il suo membro di staff Luca Veronese), il granconsigliere leghista ticinese Mauro Minotti, l'esponente politica Nicoletta Noi-Togni, il già consigliere comunale di Roveredo per la sinistra (presente in veste della sua nuova professione di agente di polizia) Mattia Antognini e uno dei grandi vecchi della sinistra mesolcinese, Stefan Ograbek.