Criptovalute in “ambiente ostile”

Criptovalute in “ambiente ostile”

Maggio 20, 2021 - 09:47
Posted in:

Perde terreno il bitcoin. Dopo Tesla la Banca centrale cinese da una nuova stangata. 

Il settore delle criptovalute continua a destreggiarsi fra “corse folli” e critiche, come nel caso della retromarcia di Tesla, con le critiche del patron Elon Musk sull’impatto ambientale (che a dire il vero era già noto prima che Tesla offrisse la possibilità di acquistare le due automobili con bitcoin). E in alcuni casi con i paletti regolamentativi delle autorità.

Il bitcoin, dopo una lunga corsa che l’aveva portato ai massimi storici, vicino ai 60’000 dollari, nelle ultime settimane ha perso terreno. 

Ieri ha conosciuto un importante “tonfo” (-9,8%), dopo che la banca centrale cinese ha ribadito che la criptovaluta non può essere utilizzata come metodo di pagamento (non si tratta certo di un cambio di linea da parte della People’s Bank of China). Il bitcoin ha chiuso ieri poco sotto i 40’000 dollari. Ancora più pesante il crollo di Ethereum, che in quattro giorni è passato da quasi 4’000 dollari ai 2’600.