Con i premi si riunisce la sinistra

Con i premi si riunisce la sinistra

Novembre 17, 2018 - 17:56
Posted in:

Oggi a Bellinzona la sinistra è scesa in piazza contro il continuo aumento dei premi di cassa malati.

Circa 250 persone, nel freddo pomeriggio bellinzonese, sono scese in piazza oggi contro l’aumento dei premi di cassa malati. La tematica del costo dell’assicurazione sanità ha riunito oggi la sinistra ticinese, dai sindacati alle formazioni alla sinistra del Ps, per chiedere un contenimento del prezzo dei premi di cassa malati. Controllo del prezzo dei farmaci, stop al finanziamento delle cliniche private, verifiche sulla qualità delle cure, sono state alcune delle rivendicazioni, esposte dallo “speaker” della manifestazione, il sindacalista Unia Giangiorgio Gargantini. Presenti anche numerosi candidati al Consiglio di Stato in vista delle elezioni del prossimo aprile. Per il partito socialista quattro su cinque: l’economista Amalia Mirante, Laura Riget, Danilo Forini e Fabrizio Sirica. Presente anche il presidente dei socialisti Igor Righini e la consigliera nazionale Marina Carobbio. Naturalmente presente Franco Cavalli, leader del Forum alternativo, l’oncologo ticinese sui premi di cassa malati spesso si è profiliato. Presenti il granconsigliere dell’Mps Matteo Pronzini, e il leader del Partito operaio popolare Leonardo Schmid, entrambi candidati sulla lista che riunisce le due formazioni all’estrema sinistra dello schieramento politico. Presente anche il leader dello sciopero delle Officine del 2008 Gianni Frizzo e il coordinatore dell’Mps Giuseppe Sergi, molti esponenti sindacali, come il presidente della Vpod Raoul Ghisletta e il presidente dell’USS Ticino Graziano Pestoni, esponenti dei Verdi, come il consigliere comunale bellinzonese Ronnie David, del Pc e del Forum Alternativo. A sorpresa anche un ritorno fra la sinistra di un’ex esponente passato poi alla Lega, il già gran consigliere Donatello Poggi.