Come se la cava il maestro Villaggio?

Come se la cava il maestro Villaggio?

Dicembre 24, 2020 - 09:01
Posted in:

Oggi è la vigilia di Natale e, fortunatamente, molte persone sono in vacanza. A causa della pandemia di COVID-19, però, occupare il tempo può essere difficile: tra bar e ristoranti chiusi, attività ed eventi vari annullati, impossibilità di ritrovarsi in molte persone, qualcuno potrebbe chiedersi che cosa fare. Con questa puntata speciale di Amarcord, speriamo di offrirvi un buon passatempo. 

 

Quel che vi proponiamo, infatti, è la visione del film Io speriamo che me la cavo (1992), di Lina Wertmüller. La pellicola racconta di un maestro di scuola elementare, interpretato da Paolo Villaggio, erroneamente trasferito in una scuola nei pressi di Napoli. Tra molte difficoltà, il maestro cerca di riportare i bambini alla scuola, dalla quale purtroppo sono concettualmente molto lontani perché impegnati a lavorare. In questo film, la risoluta dolcezza di Villaggio non solo è commovente, ma ci ricorda come la scuola sia un luogo fondamentale per la crescita dei più giovani. Su cosa significhi la scuola, sul fatto che sia (o che dovrebbe essere) qualcosa in più di un luogo nel quale vengono dispensate nozioni, oggi dovremmo rifletterci più che mai. La pandemia ha fermato la scuola e, forse, ha avuto un senso chiudere i cancelli dei nostri istituti, considerando l'emergenza della prima ondata. La scuola, però, non può essere considerata sacrificabile...io speriamo che non lo dimentico.

 

Buone feste

TM