"C’è da Fare” e “Contano i fatti”

"C’è da Fare” e “Contano i fatti”

Marzo 24, 2019 - 19:02
Posted in:

In questo periodo di campagna elettorale diciamo un po’ fiacca, dove sui media sbancano 5 sms, mi sono chinato sugli slogan che vari candidati hanno ideato per contrastare una legislatura di politica un po’ fuori dall’ordinario.
Difatti siamo partiti con lo scandalo Permessi Facili seguiti da Argo 1, per finire sul funzionario del DSS coperto per decenni dai colleghi, per non citare altre piccole stranezze che nulla hanno a che vedere con la Gestione della cosa pubblica. Sì perché hanno creato pagine mediatiche, insulti domenicali e la nomina di costose e inutili commissioni d’Inchiesta.
Di conseguenza leggendo striscioni, annunci e santini per me i due slogan che mi sembrano i più azzeccati sono “C’è da Fare” e “Contano i fatti”, che mi sembrano due slogan che dimostrano che va cambiato molto della gestione politica, che non deve essere fatta di interventi sui buchi musicali del piffero, come di continue richieste di commissioni d’inchiesta che hanno un unico scopo, la visibilità mediatica di chi le chiede e una miriade di gettoni di presenza pagati da chi legge le notizie tutti i giorni.
Concludendo signori qui purtroppo “c’è da fare” e “contano i fatti”, perché le mozioni e le interpellanze inutili servono per raccogliere consensi elettorali e non per proporre e trovare le soluzioni.
 
Roberto Sanvido