Banchina. I falegnami scrivono al Municipo: “serve un’inchiesta indipendente”

Banchina. I falegnami scrivono al Municipo: “serve un’inchiesta indipendente”

Settembre 23, 2019 - 19:18
Posted in:

Ticinotoday pubblica la lettera aperta dell’Associazione Svizzera di fabbricanti di mobili e serramenti, che “bacchetta” il Municipio di Lugano sulla vicenda dell’ormai nota “banchina”.

Non smette di far parlare la vicenda dell’appalto/subappalto per il Ponte in legno in Riva Vela a Lugano. In questo caso scrivere.
A prendere carta e penna per scrivere il proprio rammarico per le modalità di assegnazione del lavoro è la sezione ticinese dell’Associazione Svizzera di fabbricanti di mobili e serramenti.
I toni della lettera (che alleghiamo integralmente) non sono certo lusinghieri. “Stimato Municipio”, si legge, “sono troppe le domande aperte. Siamo convinti che sotto questa spiacevole storia ci siano interessi particolari da nascondere. Per non pensare, peggio, che qualcuno abbia già acquisito comportamenti tipici della mentalità della vicina penisola”. 
L’associazione chiede pure che venga istituita una commissione d’inchiesta indipendente.
Vedremo ora se il Municipio di Lugano intenderà chinarsi approfonditamente in questa vicenda.