Andrea Censi: "Rete telefonica italiana in centro a Lugano: come mai?"

Andrea Censi: "Rete telefonica italiana in centro a Lugano: come mai?"

Gennaio 22, 2021 - 14:39
Posted in:

Riceviamo e pubblichiamo. Interrogazione del granconsigliere della Lega Andrea Centi e cofirmatari. 

Da qualche mese molti cittadini di Lugano e coloro che frequentano la Città affacciata sul Ceresio sono confrontati con uno strano fenomeno: capita infatti di frequente che, passeggiando tra le vie del centro (in particolare quelle a pochi passi dal Lungolago) coloro che hanno un operatore telefonico svizzero si ritrovano in automatico un operatore telefonico italiano, dovendo quindi sobbarcarsi i costi del caso qualora non dovessero accorgersi immediatamente della disfunzione e cambiare operatore manualmente.

Questo, come apparso nell’articolo del 22 gennaio 2021 “Preoccupa l’antenna 4G a ridosso delle case” sul quotidiano La Regione, è riconducibile all’attivazione di un’antenna di telefonia mobile sul comune di Campione d’Italia.

Se ciò è capitato in passato in zone a ridosso del confine e non sempre densamente popolate, non si spiega come questo possa succedere in centro a Lugano, luogo in cui la copertura telefonica da parte degli operatori elvetici dovrebbe essere ottima e i segnali degli operatori italiani ben distanti.

 

 

Con la presente interrogazione si chiede quindi al Consiglio di Stato:

  1. È a conoscenza del fatto che in centro a Lugano molti utenti di operatori telefonici svizzeri si ritrovano automaticamente la rete di un operatore italiano?
  2. Possiede un margine di manovra per poter intervenire presso le autorità/aziende competenti per risolvere la questione?
  3. Siccome buona parte dei campionesi (se non la totalità) usufruisce della rete di telefonia mobile svizzera, è a conoscenza dei motivi per cui le autorità italiane hanno deciso di attivare un’antenna nell’enclave?

 

 

Andrea Censi

Aldi - Ortelli