Anche loro nel “calderone” dei costi della sanità. Risonanze magnetiche +25%: il Ticino è il Cantone dove si usa di più

Anche loro nel “calderone” dei costi della sanità. Risonanze magnetiche +25%: il Ticino è il Cantone dove si usa di più

Aprile 23, 2021 - 12:21
Posted in:

L’Ufficio federale di statistica ha pubblicato un’indagine sul numero e sull’utilizzo degli apparecchi di diagnostica medica. Negli ultimi 5 anni in svizzera le risonanze magnetiche sono cresciute del 25%. In Ticino nel 2019 se ne sono effettuate 144 ogni mille abitanti, il numero più alto in Svizzera.

In cinque anni il numero di apparecchi per la risonanza magnetica (IRM) negli ospedali svizzeri è aumentato del 25%, raggiungendo quota 215 apparecchi. Inoltre si è portato a 219 il numero di tomografia tomografi (+9% in cinque anni). Le cifre le fornisce l’Ufficio federale di statistica (UST) in un comunicato stampa. “In Svizzera nel 2019 sono stati eseguiti circa 1,18 milioni di tomografie e 1,06 milioni di risonanze magnetiche. I tomografi degli ospedali sono sempre più utilizzati: il numero medio di esami al giorno effettuati con uno di questi apparecchi è passato da 11 nel 2014 a 13 nel 2019”, spiega il comunicato.

“Nel 2019, l’imaging a risonanza magnetica (IRM) era una tecnica utilizzata nel 70% degli ospedali di cure generali. Nello stesso anno il numero degli apparecchi per IRM si attestava a 215, ovvero al 25% in più rispetto al 2014. In Svizzera si contavano quindi 25 apparecchi per IRM ogni milione di abitanti, contro i 20,9 del 2014. I Cantoni maggiormente equipaggiati sono quelli con un ospedale universitario: Basilea Città presenta infatti un tasso di 51,1 apparecchi per IRM ogni milione di abitanti, Berna 40,4 e Vaud 34,8”.

Il Ticino è il Cantone in cui si effettua il maggior numero di risonanze magnetiche per abitante. “Il ricorso alle risonanze magnetiche varia relativamente poco tra i Cantoni, e ciò nonostante gli apparecchi per IRM siano ripartiti in modo diseguale sul territorio”, spiega il comunicato. “L’analisi per Cantone di domicilio dei pazienti ha mostrato valori relativamente omogenei, che per 20 Cantoni erano compresi nell’intervallo dai 104 ai 126 esami ogni mille abitanti, mentre la media svizzera era pari a 117 esami ogni mille abitanti. I pazienti per cui è stato registrato il maggior numero di risonanze magnetiche sono quelli domiciliati a Basilea (138) e in Ticino (144). Quelli ad aver usufruito meno spesso di tale tipo di esame a livello svizzero sono gli abitanti dei Cantoni di Sciaffusa, Appenzello Interno e Appenzello Esterno”.

Le Svizzera è tra i Paesi europei con il più alto numero di tomografi computerizzati, evidenzia l’indagine dell’UST. “Nel 2019 si contavano 332 tomografi computerizzati, apparecchi a raggi X associati a un computer che permettono di ottenere immagini di sezioni diverse del corpo. Tali tomografi sono ripartiti tra gli ospedali e le cliniche specializzate (219) e i centri ambulatoriali come i centri di radiologia diagnostica (113). Nel raffronto europeo la Svizzera si classifica al 4° posto dei Paesi con più tomografi computerizzati, con una media di 39,7 apparecchi ogni milione di abitanti, alle spalle di Islanda, Danimarca e Grecia.

A livello svizzero, con 52,6 tomografi computerizzati per milione di abitanti, la Regione del Lemano è quella meglio equipaggiata. Seguono il Ticino (45,5), la Svizzera orientale (38,9), la Svizzera nordoccidentale (38,4), Zurigo (33,8) e l’Espace Mittelland (32,9). La Svizzera centrale chiude la classifica con 29,3 tomografi computerizzati per milione di abitanti. Sebbene sia all’ultimo posto, questa regione ha assistito a un discreto sviluppo dell’offerta negli ultimi anni, così come è successo in Ticino. I numeri sono invece rimasti stabili nella Regione del Lemano, nell’Espace Mittelland e nella Svizzera orientale”.

Forti disparità cantonali nell’utilizzo dei tomografi computerizzati 

“Nel 2019, su ogni tomografo è stata eseguita una media di 3573 esami, pari a 8,9 al giorno. Sono state rilevate grandi differenze a livello cantonale: con meno di sei esami al giorno, i tomografi dei Cantoni Appenzello Esterno, Svitto, Friburgo e Vallese sono i meno utilizzati. Viceversa, i Cantoni di Soletta (18 esami al giorno) e Neuchâtel (15) sono quelli che ne usufruiscono maggiormente, fatto non sorprendente dato che questi due Cantoni sono i meno equipaggiati della Svizzera per quanto riguarda il numero di tomografi computerizzati per milione di abitanti”.