Anche il Mattino contro De Rosa

Anche il Mattino contro De Rosa

Aprile 14, 2019 - 11:40
Posted in:

Anche il Mattino 'fa in conti' in tasca a De Rosa sui costi della sua campagna elettorale.

Ieri il neo-granconsigliere (per la verità manca ancora qualche settimana all'insediamento ufficiale) del Ps Fabrizio Sirica è ritornato alla carica contro il neo ministro del Ppd Raffaele De Rosa e i costi della sua campagna elettorale, dicendo, sui social media, di fatto che De Rosa ha non ha detto la verità sul costo della sua campagna elettorale.
Proprio per questo noi ieri sera, alla festa che si teneva a Iragna, dove il comune di Riviera festeggiava l'elezione del suo sindaco in Governo, abbiamo chiesto allo stesso De Rosa una dichiarazione per replicare alle accuse di Sirica. De Rosa ha preferito declinare la richiesta e non commentare le ultime uscite di Sirica.
Oggi però si ritorna a parlare del tema. Anche il Mattino della domencia, nella sua edizione odierna, in un articolo a pagina 10, firmato da "Zio Bill", parla dei costi della campagna elettorale. "Altro che 40mila!", scrive il Mattino nell'articolo "E’ evidente anche al Gigi di Viganello che la campagna di De Rosa è costata almeno 200/250mila franchetti!".
"Semmai", si legge nello scritto del Mattino di oggi, "può darsi che 40mila Fr siano i soldi che il neo-ministro ha speso di tasca propria. Ma allora qualcuno ci ha messo il resto per arrivare a 200/250mila! E ci piacerebbe proprio sapere di chi si tratta, tanto più che De Rosa non ha notificato, come impone la legge sulla trasparenza, alcun finanziamento superiore ai 5mila Fr! E speriamo che non venga a raccontarci di aver trovato 30/40 persone che gli hanno donato 4999.95 Fr ciascuna, perché ci mettiamo a ridere!".
Per il Mattino vi sono due possibilità:
"1) De Rosa ha mentito sui costi della sua campagna elettorale, perché si vergogna ad ammettere di aver speso una barca di soldi: in effetti, non è certo bello nei confronti dei troppi ticinesi che tirano la cinghia."
"2) De Rosa ha speso davvero “solo” 40mila Fr di tasca propria, dimenticandosi però dell’obbligo di notifica dei finanziamenti elettorali."
E il Mattino lancia pure una stoccata verso l'emittente pubblica: "Inutile dire che sui costi della campagna del neo-ministro uregiatto i pennivendoli della Pravda di Comano non hanno nulla da dire! Come non hanno avuto nulla da dire quattro anni fa sulle megalomanie dell’allora candidata PLR al governicchio Natalia Ferrara ex MiScocci!".
Così anche il "Mattino della domenica", che pure ha beneficiato della pubblicità in campagna elettorale di Raffaele De Rosa, ospitando le sue inserzioni, si schiera contro De Rosa nella 'querelle' suoi costi della campagna, seguendo il socialista Sirica.