Aeroplani a terra, cantieri aperti e Argonauti a scuola

Aeroplani a terra, cantieri aperti e Argonauti a scuola

Aprile 26, 2020 - 22:50
Posted in:

I momenti più importanti della settimana di Ticinotoday, rivisti e commentati.

Aeroplano che te ne vai…

Lugano Airport SA (LASA) andrà in liquidazione. Come spiegato da Filippo Lombardi, vice-presidente del CdA della società, "la decisione, sostenuta dagli azionisti ma che ancora deve essere formalizzata, è quella di porre la società in liquidazione ordinata, non in fallimento. Questo permetterà di garantire il versamento di stipendi e oneri sociali fino alla fine di maggio e anche la continuità di un esercizio che andrà ripreso dalla Città di Lugano" (vedi qui). Il gruppo PLR in Consiglio comunale a Lugano, però, non sembra convinto che LASA possa seguire la via di una liquidazione ordinaria, senza che Città e Cantone debbano erogare dei finanziamenti. Per far luce sulla questione, il PLR ha presentato un’interrogazione al Municipio (vedi qui). Noi, invece, abbiamo intervistato il vice-presidente dei liberali radicali di Lugano - nonché Consigliere comunale e primo firmatario dell’interrogazione – Luca Cattaneo (vedi qui). La liquidazione di LASA, infatti, merita approfondimenti, in quanto qualcuno sembrerebbe stia cercando di fare il furbo, come spiegato nella nostra rubrica Schegge (vedi qui).

 

Fase due: riaprono i cantieri

Prima che l’emergenza COVID-19 possa realmente dirsi superata, passerà ancora molto tempo. Intanto, però, la fase due è cominciata, permettendo ad alcune attività di ricominciare, seppur parzialmente. Nell’edilizia - ad esempio - molti cantieri sono riaperti, nonostante i lavori siano condizionati da accresciute norme sanitarie e dal rispetto della distanza sociale. Per capire qual è la situazione, questa settimana abbiamo intervistato il direttore della Società Svizzera Impresari Costruttori (SSIC) - Sezione Ticino, Nicola Bagnovini (vedi qui) e il Segretario cantonale di UNIA, Giangiorgio Gargantini (vedi qui). Se i sindacati si dicono preoccupati per la fattibilità del rispetto della speciale regolamentazione attualmente in vigore, molti impresari sembrerebbero essere consapevoli dello sforzo da fare. Quel che pare evidente, però, è che un po’ ovunque stiano aumentando i favorevoli a uscire dal lockdown.

 

Lo scandalo Argo 1 non lo scaccia nemmeno la pandemia, o no?

Per la vicenda Argo 1, Paolo Beltraminelli ha perso il proprio posto nel Governo cantonale. Forse è anche giusto che sia andata così. A non essere giusto, però, è il fatto che l’ex Consigliere di Stato sia l’unico ad essersi scottato con il noto scandalo. Notizia recente, infatti, è che il futuro direttore organizzativo della SUPSI sarà Renato Bernasconi, oggi a capo della Divisione dell’azione sociale e delle famiglie. Ieri, in un articolo della rubrica Schegge, ci siamo chiesti chi ha sponsorizzato questo cambio di carriera (vedi qui).

 

TM