Okkio d'oro, Okkio nero e verde. Chi produce meno e chi più rifiuti in Ticino?

Okkio d'oro, Okkio nero e verde. Chi produce meno e chi più rifiuti in Ticino?

Maggio 25, 2018 - 13:03
Posted in:

Oggi l'associazione OKKIO (Osservatorio per al gestione ecosostenibile dei rifiuti) ha presentato i suoi premi alle realtà più meritivoli (e l'Okkio nero a quella meno) in materia di rifiuti.

Okkio d’Oro a Vernate, Okkio Nero a Ronco Sopra Ascona. L’Associazione OKKIO (Osservatorio per al gestione ecosostenibile dei rifiuti), ha assegnato anche quest’anno il suo premio al Comune ticinese che produce meno rifiuti solidi urbani (RSU) pro capite e il “premio” a quello che ne produce di più.
Come detto il Comune più virtuoso quest’anno è Vernate, con una produzione (relativa al 2016, ultimo anno per cui sono disponibili i dati del Cantone su cui si basa OKKIO) di RSU annua di 67 chilogrammi per abitante, a fronte di una media cantonale di 244 chilogrammi per abitante. Media che per altro scende a 173 chilogrammi per i Comuni che hanno introdotto la tassa sul sacco (obbligatoria per tutti i Comuni dal primo di giugno del prossimo anno) e che sale a 312 chilogrammi per i Comuni che non hanno la tassa sul sacco. In effetti con un rapido colpo d’occhio alla classifica presentata da OKKIO, ci si accorge che la parte alta della classifica è composta dai Comuni dotati di tassa sul sacco.
Okkio Nero a Ronco Sopra Ascona, che spodesta Grancia dall’ultimo posto della classifica. Se per il Comune luganese a determinare la grande quantità di rifiuti pro capite era la pratica (non obbligatoria) di effettuare la raccolta dei rifiuti anche per i centri commerciali, ha spiegato il coordinatore di OKKIO Daniele Polli, per la località locarnese ad incidere è la forte presenza di residenze secondarie (che producono rifiuti, ma non vengono contabilizzate sul numero di abitanti, e dunque ne risulta un rapporto più alto). La media di rifiuti pro capite per abitanti a Ronco Sopra Ascona è stata di 602 chilogrammi per abitante, uno in più di Grancia.
Anche quest’anno è stato assegnato l’Okkio Verde per particolari meriti ambientali, andato agli organizzatori di slowUp Ticino congiuntamente alle associazioni e gruppi AS Bellinzona, Velo Club Bellinzona, AS Tenero, Unione dei Contadini Ticinesi, Scivate e Gatt/Ludoteca/Gruppo Giovani Cugnasco Gerre). A ritirare il premio il presidente del comitato otganizzativo di slowUp Ticino Roberto Schneider. Queste associazioni durante l’edizione di quest’anno di slowUp sul Piano di Magadino hanno servito 4’400 pietanze e 3’200 bevande in piatti e bicchieri multiuso (riutilizzabili) della ditta STEBI Eventi, startup ticinese che offre un servizio di noleggio stoviglie per feste, manifestazioni ed eventi. Proprio sul tema delle feste ecosostenibili OKKIO ha recentemente scritto al Consiglio di Stato per chiedere misure volte a favorire l’utilizzo di bicchieri e bottiglie ecologiche nelle manifestazioni, in particolare per quelle che ricevono contributi dall’ente pubblico.
Inoltre OKKIO ha espresso anche alcune criticità sui regolamenti in fase di discussione nei Consigli comunali, che “in particolare per quanto concerne la differenziazione della tassa di base, non sono conformi a quanto richiesto dalle leggi e dalla giurisprudenza in materia”. Molti comuni vanno verso una tassa base uguale per tutti, mentre questa andrebbe differenziata fra aziende, ristoranti, abitazioni o numero di inquilini, si è detto.