Meltdown e Spectre: due falle sarebbero presenti da decenni in milioni di computer

Meltdown e Spectre: due falle sarebbero presenti da decenni in milioni di computer

Gennaio 04, 2018 - 22:03

Milioni di dispositivi sarebbero vulnerabili ad attacchi hacker a causa di un difetto di progettazione nei processori presente da decenni. (Quali dispositivi sono colpiti? Leggi qui).

Una falla nella sicurezza informatica dei processori sarebbe stata attiva per un decennio, lasciando vulnerabili milioni di dispositivi ad attacchi.
Inizialmente il problema sembrava riguardare solo i processori Intel, ma successivamente sarebbe emerso che la falla riguarda tutte le Cpu, compresi i processori Amd e Arm, dunque milioni di Pc e di Mac, oltre che smartphone e tablet. "In pratica tutto ciò che è stato prodotto e messo sul mercato, almeno negli ultimi dieci anni, sarebbe vulnerabile a due tipi di attacchi, chiamati Meltdown e Spectre", riporta il Corriere della Sera. La vulnerabilità riguarderebbe anche le piattaforme cloud e i server di enti ed aziende.
"La falla nei processori è stata scoperta a giugno da Jann Horn, un ricercatore del Google Project Zero e da un gruppo di informatici della Rambus. Si tratta di un bug che permette potenzialmente di visionare i dati utilizzati durante i processi e rubarli", si legge sul sito del quotidiano. La notizia si è diffusa il 3 gennaio e riguardava i dispositivi Intel. Il produttore ha già rilasciato una patch che sia Apple che Microsoft hanno provveduto a diffondere.
Oggi si è diffusa la notizia riguardante la vulnerabilità Spectre, che riguarda tutti i processori. Si tratta di un virus che sfrutta un difetto nella produzione, e che quindi è presente sin dal 1995. La falla sarebbe piuttosto difficile da sfruttare, ma non vi sarebbe soluzione perchè dovuta alla progettazione dei processori.
Fino ad ora non sono emerse prove che un hacker abbia utilizzato tali falle.