Licenziamento in vista per il funzionario del Dss indagato per reati sessuali?

Licenziamento in vista per il funzionario del Dss indagato per reati sessuali?

Settembre 17, 2018 - 17:57
Posted in:

Il Consiglio di Stato avrebbe prospettato il licenziamento per il funzionario del Dss indagato per reati sessuali.

Il Consiglio di Stato avrebbe prospettato la scorsa settimana la disdetta del rapporto di impiego con il Cantone per il funzionario del Dss, attivo nel settore delle politiche giovanili, sotto inchiesta per reati sessuali. Lo riferisce oggi il sito de La Regione, in un articolo di Andrea Manna. Il funzionario era già stato sospeso a giugno, quando il Governo ha appreso dell'apertura di un'inchiesta da parte del Ministero Pubblico.
L'uomo ha ora la possibilità di interpellare la Commissione conciliativa per il personale dello Stato,  possibilità che, dichiara a La Regione l’avvocato Romina Biaggi-Albrici, che difende il funzionario per quanto riguarda il filone amministrativo, verrà utilizzata. "Andremo sicuramente in conciliazione", dichiara. A quel punto la Commissione conciliativa è tenuta ad indire, entro un termine di 15 giorni, un’udienza di conciliazione ed a comunicare al più presto all’autorità di nomina (ovvero il Governo) se le parti hanno raggiunto un accordo, come prevede la Legge sull'ordinamento degli impiegati dello Stato e dei docenti (LORD).
L'inchiesta nei confronti del funzionario era stata aperta a seguito della denucia di una delle due presunte vittime (all'epoca dei fatti minorenni). Il funzionario, difeso sul fronte penale da Niccolò Giovanettina, contesta le accuse.
Nel frattempo l'uomo ha impugnato la decisione di sospensione decisa a giugno dal Governo presso il Tribunale cantonale amministrativo.