Il PSG supera il Chelsea

Il PSG supera il Chelsea

Febbraio 16, 2016 - 23:13
Posted in:

I parigini vicono 2-1 con i Blues, che tengono però aperto il discorso qualificazione. Nell'altra partita degli ottavi di finale, il Benfica supera lo Zenit 1-0.

Nella prima serata degli ottavi di finale di Champions League, il grande calcio si è immediatamente presentato con una partita tra le più attese dal pubblico, e tra le più temute dai tifosi: Paris Saint Germain (PSG) - Chelsea. Nell'arco dei 90 minuti, si è assistito a una partita particolarmente viva, all'interno della quale il PSG ha fatto vedere le cose migliori, soprattutto nel secondo tempo, quando la squadra di Lorent Blanc è stata capace di spingere in maniera efficace. Il PSG si è portato in vantaggio al 39', con Zlatan Ibrahimovic, facendosi però recuperare quasi immediatamente dai Blues, che hanno agguantato il pareggio già nel primo tempo, al 46', grazie a John Obi Mikel. Nella ripresa il Chelsea è calato ed ha subito la manovra parigina, la quale è riuscita a portare alla vittoria al 32' della ripresa, quando a mettere la palla in rete è stato Edinson Cavani, entrato in campo nemmeno cinque minuti prima. 2-1, quindi, nella partita d'andata, con un PSG vittorioso, ma con i londinesi di Guus Hiddink che - grazie al gol in trasferta - possono ancora sperare nella qualificazione. Nell'altra partita della serata, invece, lo spettacolo è stato assai meno; come, del resto, si poteva ipotizzare, visto che in campo sono scese Benfica e Zenit San Pietroburgo, le due squadre che - sulla carta - offrono i peggiori valori di questa seconda fase della Champions League. I portoghesi non sono mai stati impensieriti dai russi, tanto che il portiere Julio Cesar non ha nemmeno sporcato i guantoni. La sfida, però, è sempre rimasta bloccata, sino a che lo Zenit si è ritrovato con l'uomo in meno. A causare la fatale inferiorità numerica è stato Domenico Criscito, a seguito di una somma di ammonizioni. Il Benfica, sfruttando l'uomo in più, è riuscito a segnare il gol partita, con Jonas, nei minuti di recupero del secondo tempo.