Dopo Mendrisio, anche nelle Filippine vogliono Romano

Dopo Mendrisio, anche nelle Filippine vogliono Romano

Aprile 01, 2018 - 02:00

L'interpretazione di Marco Romano varca i confini nazionali...

La prestazione del consigliere nazionale e aspirante sindaco di Mendrisio Marco Romano nei panni di Gesù in occasione della Processione svoltasi lo scorso giovedì nel Magnifico Borgo, si è fatta notare oltre i confini nazionali.
Romano, che fin da bambino covava il sogno di interpretare il Salvatore nella tradizionale manifestazione religiosa, durante la processione di quest’anno, munito di barba e parrucca biondi (ma Gesù non era palestinese?), ha così coronato il suo sogno, come ha fatto lui stesso sapere sui social media. E proprio su Facebook anche da uno dei Paesi più ferventemente cattolici al mondo devono aver notato la sua performance. Nelle Filippine ha ogni anno un gran seguito la rievocazione della Via Crucis. Pare che dall’arcipelago asiatico, per implementare un proficuo scambio culturale,  abbiano espresso il desiderio di avere proprio il parlamentare pipidino svizzero quale ospite d’onore il prossimo anno. E se Romano non si è fatto scoraggiare (perlomeno inizialmente, visto che sfortunatamente la processione è stata interrotta) dal freddo ai piedi nudi e dalla pioggia che flagellava Mendrisio, sicuramente troverà anche la vocazione per farsi crocifiggere con chiodi veri, come è usanza nelle Filippine.
I bene informati dicono che il biglietto aereo per le Filippine sia disposto a pagarlo Samuele Cavadini, che con questo gesto sosterrebbe tangibilmente la passione del consigliere nazionale Ppd per le processioni religiose.