A cosa pensano... i democentristi? La pirata incalza Angelo Jelmini?

A cosa pensano... i democentristi? La pirata incalza Angelo Jelmini?

Febbraio 17, 2016 - 08:00
Posted in:

Sara Beretta Piccoli si profila su Rsi, computer e San Gottardo. Dove paga le tasse Uber?

Sara Beretta Piccoli si sta muovendo in modo particolarmente efficace in questo inizio di campagna elettorale. La presa di posizione sul vertice delle risorse umane della Rsi, la sua iniziativa per offrire i computer dell'amministrazione cittadina alle associazioni luganesi, la posizione controcorrente sul raddoppio del S.Gottardo,... .
La consigliera comunale pipidina sta trovando più tematiche su cui profilarsi e distinguersi da Angelo Jelmini. Non ha paura di essere criticata per essersi presentata alla festa della Lega vestita da pirata. Insomma si fa notare, con garbo. Ora sarà da vedere se tutto ciò si tradurà in una valanga di voti, in grado di superare il "collaudato" Angelo Jelmini. Ma forse per il municipale uscente non è il caso di sottovalutare l'intraprendenza della pirata azzurra.

**********

 
Chissà cosa pensano i tassinari di Lugano della proposta del democentrista Marco Vigilante di diffondere "Uber" anche a Lugano? A Ginevra, dove Uber è arrivato veramente i taxisti hanno fatto il diavolo a quattro, per impedire il suo utilizzo (tanto per intenderci le manifestazioni degli edili sono nulla in confronto!).
Noi che non abbiamo né interessi nei taxi, né in Uber, ci chiediamo quando anche in Svizzera qualcuno solleverà la questione che molti Paesi Ue (in primis Germania ed Italia) è già stata sollevata, anche con importanti successi, ovvero che le multinazionali tecnologiche come google, facebook, Uber, Amazon, ecc, inizino a pagare le imposte anche da noi.
Quante librerie hanno chiuso o diminuito la loro cifra di affari in Svizzera grazie agli acquisti on line degli svizzeri su Amazon? La relativa perdita del fisco svizzero a quanto ammonta?
Zalando quanti negozi di moda farà chiudere, con relativa perdita fiscale?
Sembra un po' strano, che un esponente Udc, partito che della difesa della Svizzera ne fa un principio indiscutibile, non si preoccupi del fatto, che tanto o poco i tassinari pagano le imposte sul nostro territorio, Uber no. Dunque magari se si vogliono favorire i nuovi servizi tecnologici, bisognerebbe iniziare ad aprire un contenzioso con le multinazionali tecnologiche in ambito fiscale. Ci sono riusciti, almeno in parte, Matteo Renzi e Angela Merkel, non ci può riuscire il primo partito svizzero?