64'250 franchi, ...per difendersi dalle piante?

64'250 franchi, ...per difendersi dalle piante?

Settembre 07, 2017 - 18:01

Il latte svizzero ha bisogno di farsi pubblicità? Sì, o almeno secondo Swissmilk, l'associazione dei produttori di latte svizzeri. La concorrenza però non arriva dalle mucche di altri Paesi, ma semmai dalle piante. 

Questa mattina il portale Watson.ch pubblicava un resoconto della "querelle" fra Swissmilk e l'Associazione Vegana Svizzera. All'origine del diverbio un pubbliredazionale di Swissmilk pubblicato l'altro ieri su 20Minuten (secondo Watson.ch costato ben 64'250 franchi a Swissmilk), in cui si diceva che le bevande come il latte di soia non sono un sostituto del latte di mucca, mancando di sufficienti elementi nutritivi. L'Associazione vegana non ha mancato di commentare la notizia, tramite la sua pagina facebook, ironizzando sul fatto che Swissmilk abbia paura della concorrenza dei drink a base di piante.

Chissà, forse un giorno ci sarà una giornata dedicata al latte di soia, con Sebalter che suona, come in occasione della Giornata del Latte promossa da Swissmilk (guarda qui tutte le foto), tenutasi lo scorso aprile a Bellinzona...

22 aprile 2017
 
Grande folla questo pomeriggio in Piazza del Sole a Bellinzona, per la Giornata del Latte promossa da Swissmilk, l'associazione di categoria dei produttori di latte svizzeri, giunta per la prima volta in Ticino.
Presenti in piazza circa 1'500 allievi da tutta la Svizzera che hanno partecipato al concorso per la realizzazione dei cartelloni sul tema "In forma con il latte svizzero". I vincitori sono stati premiati da, fra gli altri, il presidente di Swissmilk Hanspeter Kern e dal consigliere di Stato Norman Gobbi, portandosi a casa complessivamente 10'000 franchi per le casse delle classi vincitrici.
Il premio del pubblico è andato alla 3a elementare di Dottikon (categoria 1a – 3a elementare), alla 5a elementare di Danis (categoria 4a elementare – 1a media) e alla 3B della scuola media di Gordola (categoria 2a – 4a media).
La 1a e la 2a elementare di Pianezzo (categoria 1a – 3a elementare), la scuola elementare di Safien (categoria 4a elementare – 1a media) e la 9h1 della scuola secondaria di Moutier (categoria 2a – 4a media) si sono aggiudicate il premio della giuria di esperti per i cartelloni più creativi e originali.
A seguire, dopo la premiazione, condotta da Christa Rigozzi e Simon Moser, sotto il sole che ha caratterizzato la giornata, l'entusiasmo dei presenti è esploso per l'atteso concerto della "star di casa" Sebastiano Pau-Lessi, alias Sebalter, seguito dal musicista zurighese Nickless.